20 settembre 2018
Aggiornato 02:00

Diretti al macello per la Pasqua: oltre 700 agnellini ammassati in un autoarticolato

Il camion è stato bloccato da una pattuglia della polizia stradale lungo l'autostrada A34 Gorizia-Villesse. Partito dalla Romania era diretto in Lazio
Diretti al macello per la Pasqua: oltre 700 agnellini ammassati in un autoarticolato
Diretti al macello per la Pasqua: oltre 700 agnellini ammassati in un autoarticolato (Questura di Gorizia)

GORIZIA - Nel pomeriggio di sabato 24 marzo scorso lungo l’autostrada A/34, nei pressi del comune di Villesse, una pattuglia della Sezione di Polizia Stradale di Gorizia procedeva al controllo di un autoarticolato con targa rumena trasportante un carico di 750 agnellini vivi, provenienti dalla Romania e diretti in Lazio, destinati alla macellazione in occasione delle imminenti festività pasquali.

TRASPORTO IRREGOLARE - L’autista, di nazionalità rumena, forniva un sommaria documentazione attestante il viaggio; già da un primo controllo visivo del complesso veicolare emergevano evidenti irregolarità sulle modalità di trasporto degli animali. Per una valutazione più approfondita delle condizioni di salute degli agnellini, veniva richiesto sul posto l’intervento del servizio veterinario dell’Azienda Sanitaria Locale. Dai controlli emergeva che il trasporto era stato eseguito senza idonea autorizzazione per i lunghi viaggi, con un veicolo i cui piani di carico non erano stati debitamente distanziati per garantire movimento ed aerazione agli animali, tanto che gli stessi toccavano con la schiena il soffitto costituito dal piano superiore. Inoltre il mezzo di trasporto era privo di attrezzature, come scale o altro, che permettessero di accedere ai piani alti per le operazioni di ispezione e/o cura degli animali, mancava di idoneo dispositivo che evitasse il congelamento dell’acqua per l’abbeveramento, peraltro irraggiungibile per la maggior parte degli agnelli.

ANIMALI TRASFERITI NEL PADOVANO - Iniziava subito la ricerca di un’azienda dove gli animali potessero essere trasferiti ed accuditi in maniera idonea; sull’intero territorio regionale non veniva reperita alcuna stalla autorizzata o disponibile per cui il complesso veicolare veniva scortato sino a Villafranca Padovana (PD) dove veniva individuata l’unica struttura disponibile a stallare gli agnelli. All’atto dello scarico, in tarda serata, venivano rinvenuti due agnellini morti proprio a causa delle condizioni di stress del viaggio.

LA SANZIONE - Terminate le operazioni di scarico, il mezzo pesante veniva ricondotto a Villesse e posto sottoposto al provvedimento di fermo amministrativo, resosi necessario in quanto il conducente non era in grado di effettuare il pagamento in misura ridotta delle innumerevoli sanzioni comminate, per un importo superiore ai 6 mila euro, in virtù della violazione di più norme del Decreto Legislativo n.151 del 2007.