20 settembre 2018
Aggiornato 02:00

Al Teatro Verdi di Gorizia arrivano le "Calendar girls" con l'irresistibile Angela Finocchiaro

Ispirato a un fatto realmente accaduto alla fine degli anni Novanta in Inghilterra lo spettacolo mercoledì 4 aprile alle 20.45 chiuderà il cartellone di Prosa della stagione artistica in corso
Al Teatro Verdi di Gorizia arrivano le "Calendar girls" con l'irresistibile Angela Finocchiaro
Al Teatro Verdi di Gorizia arrivano le "Calendar girls" con l'irresistibile Angela Finocchiaro (Calendar girls)

GORIZIA – È ispirato a un fatto realmente accaduto alla fine degli anni Novanta in Inghilterra 'Calendar girls', lo spettacolo che mercoledì 4 aprile alle 20.45 chiuderà il cartellone di Prosa della stagione artistica 2017/2018 del Teatro Verdi di Gorizia. Il primo allestimento teatrale italiano della commedia scritta da Tim Firth, diventata anche un film di enorme successo, può contare su un cast prestigioso, con la travolgente Angela Finocchiaro che darà corpo e voce a una provocatoria donna di provincia, seppellita in un modesto negozio di fiorista, ma con smanie di protagonismo e slanci di generosità, specie dopo la morte a causa di una devastante leucemia del marito di Annie, sua amica da una vita, interpretata da Laura Curino. Al loro fianco un gruppo di attrici estrose e ardite, tra cui l’irresistibile Ariella Reggio, già stata al Verdi di Gorizia a novembre scorso con 'Le Basabanchi'. Il Botteghino del Verdi è aperto da lunedì a sabato dale 17 alle 19. I biglietti sono in vendita anche su Vivaticket.

LA TRAMA DELLO SPETTACOLO - Un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni, membre del Women's Institute, oggi la più grande organizzazione di volontariato delle donne nel Regno Unito, si impegna in una raccolta fondi destinati a un ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una di loro. Stanca di vecchie e fallimentari iniziative di beneficenza, Chris, interpretata da Angela Finocchiaro, ha l'idea di fare un calendario diverso da tutti gli altri e convince le amiche del gruppo a posare nude. L'iniziativa riscuote un successo tale da portarle alla ribalta non solo in Inghilterra, facendo volare le vendite alle stelle. Ma l’improvvisa e inaspettata fama metterà a dura prova le protagoniste. Come spiega la regista Cristina Pezzoli nelle note di regia: «Le prime scelte su cui ho basato la regia sono state la lingua e il cast, ingredienti indispensabili per mettere in scena questa commedia, la cui comicità evolve da un fatto drammatico. È una risata in faccia alla morte, è la vitalità dei girasoli che cercano la luce opponendosi al buio dello sparire. Uno spettacolo che punta sulla leggerezza, senza però rinunciare alla profondità dei temi che la storia contiene».

EVENTI MUSICAL - Anche il secondo musical in cartellone, Dirty dancing, farà riascoltare brani intramontabili, come 'Time of my life'. A 30 anni dall’uscita del film, la storia d’amore tra Baby e Johnny potrà essere rivissuta martedì 17 aprile, con la regia di Federico Bellone, diventata la regia ufficiale dello spettacolo internazionale.

MUSICA E BALLETTO - Chiuderà il cartellone la Mitteleuropa Orchestra, diretta dal maestro Marco Guidarini e con Massimiliano Damerini al piano giovedì 12 aprile, con un concerto dedicato a Brahms e Beethoven.