24 settembre 2018
Aggiornato 06:00

Regione-Uti Collio Alto Isonzo: 7,5 milioni di euro per il Patto territoriale 2018-20

Si concretizza così uno strumento che semplifica il rapporto istituzionale tra la Regione e gli enti locali garantendo trasparenza, velocità nell'erogazione dei finanziamenti e programmazione degli interventi su base triennale
Regione-Uti Collio Alto Isonzo: 7,5 milioni di euro per il Patto territoriale 2018-20
Regione-Uti Collio Alto Isonzo: 7,5 milioni di euro per il Patto territoriale 2018-20 (Regione Friuli Venezia Giulia)

GORIZIA - Nel triennio 2018-20 la Regione erogherà all'Unione territoriale intercomunale (Uti) Collio-Alto Isonzo 7.356.000 euro, ai quali si sommeranno 100mila euro di cofinanziamento, per un totale di 7.456.000 euro di investimenti in opere pubbliche. È quanto previsto dal Patto territoriale 2018-20 siglato tra l'Amministrazione regionale e l'Uti che stabilisce le risorse per gli interventi concertati nei prossimi anni.

Si concretizza così uno strumento che semplifica il rapporto istituzionale tra la Regione e gli enti locali garantendo trasparenza, velocità nell'erogazione dei finanziamenti e programmazione degli interventi su base triennale. Per quanto riguarda l'Uti Collio Alto Isonzo vengono finanziati 13 progetti, che nel 2018 riceveranno 3.739.468,16 euro, ai quali si aggiungeranno 1.808.265,92 euro l'anno per il 2019 e il 2020, oltre a 100mila euro di cofinanziamento da parte degli enti locali.

Il Patto include la realizzazione di 8 opere a sostegno dell'utilizzo della bicicletta sia come mezzo di trasporto sia come opportunità di sviluppo turistico. In particolare è prevista la realizzazione dei collegamenti ciclabili tra Cormons e Gradisca d'Isonzo in corrispondenza della tangenziale di Mariano (1.185.000 euro), tra Villesse e Ruda per connettere il percorso con pista in direzione Aquileia-Alpe Adria (652mila euro), tra Villesse e Gradisca d'Isonzo (385mila euro) e tra le piste ciclabili marketing del Collio e Judrio Versa nel Comune di Capriva del Friuli (20mila euro regionali e 20mila euro di cofinanziamento). Saranno quindi realizzati la pista ciclabile tra Romans e Villesse (290mila euro), il tratto di percorso illuminato tra Capriva del Friuli e Moraro (23mila euro regionali e 23mila euro di cofinanziamento), il tracciato Preval-Mossa-Farra d'Isonzo-Gradisca d'Isonzo (1.288.000) e verrà ultimata la ciclovia regionale dell'Isonzo (Fvg 5) tra Gorizia e Gradisca d'Isonzo (1.556.000 euro di risorse regionali).

Inoltre, saranno finanziate la sistemazione della pavimentazione dell'Ara Pacis di Medea (100mila euro), il quinto lotto della ristrutturazione del Civico museo archeologico della necropoli longobarda di Romans (500mila euro), la realizzazione tramite Fvg Strade della variante sulla Sr252 nel Comune di Romans d'Isonzo (400mila euro) e la collaborazione con l'autorità portuale per la valorizzazione della rete logistica distributiva dei prodotti agroalimentari tramite gli spazi della Sdag (1milione di euro), che coinvolge tutti i Comuni dell'Unione.