26 settembre 2018
Aggiornato 02:30

Saranno 4 i big dell'editoria protagonisti della 2a edizione di "Librinfesta"

La kermesse dedicata al libro ed alla lettura non è fatta di sole presentazioni, ma anche di laboratori, visite guidate, letture animate, stand di librerie e case editrici ed un ricchissimo mercatino dell'usato
Saranno 4 i big dell'editoria protagonisti della 2a edizione di "Librinfesta"
Saranno 4 i big dell'editoria protagonisti della 2a edizione di "Librinfesta" (Associazione culturale 'Leali delle Notizie')

RONCHI DEI LEGIONARI – Nicole Orlando, Pietro Spirito, Enos Costantini e Moni Ovadia. Saranno questi i quattro big dell'editoria protagonisti, sabato 21 aprile a Ronchi dei Legionari, della seconda edizione di 'Librinfesta', la lunga kermesse dedicata al libro ed alla lettura che, unica in regione, precederà la Giornata mondiale del libro. Un contenitore di eventi, non solo presentazioni, ma anche laboratori, visite guidate, letture animate, stand di librerie e case editrici ed un ricchissimo mercatino dell'usato che, promosso dall'amministrazione comunale, dalla biblioteca, dall'associazione culturale Leali delle Notizie e dal Consorzio culturale del monfalconese, terrà banco nel centro storico cittadino dalle 9.45 alle 19.

I BIG PROTAGONISTI - Quattro, come detto, le presentazioni, tutte all'auditorium, mentre gli stand si svilupperanno tra androna Palmada, piazza dell'Unità d'Italia e piazzetta dell'Emigrante. Alle 10 Nicole Orlando presenterà 'Vietato dire non ce la faccio', mentre alle 11.30 protagonista sarà Pietro Spirito con 'Il suo nome quel giorno', mentre alle 16 toccherà ad Enor Costantini con 'Storia del vino, della vita e dei vitigni nella nostra regione'. Gran finale, alle 18, con Moni Ovadia e con il suo 'Alla ricerca del senso perduto'. Ma, come detto, per tutta la giornata sarà un susseguirsi di eventi, che toccheranno, alle 17, anche piazza Oberdan con un gioco dell'oca con le favole per i bimbi dai 6 agli 8 anni.

VALORIZZAZIONE DELLA LETTURA - «L’Italia è il fanalino di coda per quanto riguarda la lettura – ha detto il sindaco, Livio Vecchiet – e noi cerchiamo nel nostro piccolo di invertire la tendenza. Continuiamo a recitare un ruolo da protagonisti nella speranza che sempre più persone si avvicino alla cultura». «L’evento ha una sua specificità - ha ricordato l’assessore alla cultura, Mauro Benvenuto - perché punta anche a valorizzare gli aspetti culturali del territorio comunale».
Novità dell’edizione 2018 anche il booksharing tra gli esercizi commerciali, «Per coinvolgere il pubblico ed invogliarlo ad entrare», ha sottolineato l’assessore al commercio Marta Bonessi, a cui ha fatto eco il presidente della commissione cultura, la consigliere Erika Battistella, «Un’ottima iniziativa per far sentire piazza Unità il centro della città e per valorizzare il tessuto commerciale».

MOSTRE - Durante tutta la giornata saranno poi visitabili alcune mostre. A villa Vicentini Miniussi 'La guerra della Domenica', una finestra sulla Grande Guerra con le illustrazioni di Achille Beltrame, le memorie della tratta dei cefali (mostra e video realizzato per il Geoportale della cultura alimentare), 'Storie resistenti e altre memorie' - documentari e video testimonianze sulla Resistenza e le opere di Alberto Delbianco. In piazza dell’Unità e nella piazzetta della biblioteca saranno allestiti il mercatino libri usati, gli stand delle librerie e case editrici, gli stand della consulta culturale ronchese, quello dela consulta dei ragazzi e quelli delle associazioni locali, Il museo Antiquarium e la biblioteca Sandro Pertini saranno aperti dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19, mentre gli esercizi commerciali che partecipano al concorso di Librinfesta allestiranno le proprie vetrine sul tema del libro e della lettura.