Politica | un impegno quotidiano

La Regione Fvg ha celebrato il 166mo anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato

La cerimonia, aperta con la lettura dei messaggi della più alte cariche dello Stato, è continuata con l'intervento del questore di Gorizia, Lorenzo Pillinini, che ha tracciato un bilancio dell'attività svolta dalla Polizia di Stato nel 2017

La Regione Fvg ha celebrato il 166mo anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato
La Regione Fvg ha celebrato il 166mo anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato (Web)

GORIZIA - Grande riconoscenza e stima è stata espressa dalla Regione alla Polizia di Stato in occasione del 166mo anniversario della sua fondazione, celebrato, martedì 10 aprile a Gorizia, al Teatro Verdi. Per la Regione, le Forze di Polizia, impegnate quotidianamente nel presidio del territorio, rappresentano un baluardo insostituibile. Nell'evidenziare la professionalità con cui svolgono questo compito in una società complessa dove sono aumentate le difficoltà, la Polizia di Stato riesce ad interpretare al meglio i nuovi bisogni della popolazione e le esigenze di protezione legate sia alla criminalità comune sia al terrorismo, alle mafie, ai nuovi reati.

La cerimonia, aperta con la lettura dei messaggi della più alte cariche dello Stato, è continuata con l'intervento del questore di Gorizia, Lorenzo Pillinini, che ha tracciato un bilancio dell'attività svolta dalla Polizia di Stato nel 2017. Nel sottolineare l'importante anniversario, Pillinini ha fatto una riflessione sull'ordine e sulla sicurezza pubblica nella provincia Isontina evidenziando come al crescente bisogno di sicurezza della popolazione non sia mancata la risposta della Polizia. «Sono aumentate le frodi informatiche e abbiamo registrato un leggero incremento anche dei reati predatori, in particolare i furti nelle abitazioni, ma a questi fenomeni è corrisposta una massiccia presenza delle Forze di Polizia sul territorio» ha precisato. Il questore ha anche rimarcato l'impegno delle Forze dell'Ordine per regolamentare il fenomeno migratorio che ha visto oltre 10mila pratiche trattate e la forte attenzione dedicata alla prevenzione dei fenomeni terroristici.

Il filo conduttore della ricorrenza è stato 'Esserci sempre', un'espressione che rappresenta pienamente l'impegno delle donne e degli uomini della Polizia di Stato profuso con costanza e tenacia nella lotta contro il crimine, per preservare l'ordine pubblico e per garantire la sicurezza di tutti i cittadini. «Fedeli a questo motto - ha dichiarato il questore - continueremo ad esserci sempre, soprattutto nei confronti delle categorie più deboli che avvertono maggiormente il bisogno di protezione; questo è il modo con cui noi intendiamo servire la collettività stando vicino soprattutto agli ultimi». Un impegno quotidiano, secondo il questore, volto a non tradire la fiducia che i cittadini ripongono nelle Forze dell'Ordine. 

Nel corso della celebrazione, aperta a tutta la cittadinanza e alla presenza delle istituzioni del Friuli Venezia Giulia, delle altre Forze dell'Ordine e della Polizia della Repubblica di Slovenia, sono stati consegnati i riconoscimenti al personale distintosi in servizio. La serata si è conclusa con  l'esibizione musicale degli artisti di fama internazionale Mauro Maur e Françoise de Clossey, con il concerto 'La grande musica del cinema italiano'.