Eventi & Cultura | da mercoledì 18 a domenica 22 aprile

Oltre 140 figuranti alla grande rievocazione storica goriziana

Un tuffo nel Medioevo in Borgo Castello e centro città. Nei ristoranti i piatti del Conte. Bus navetta gratuito

Oltre 140 figuranti alla grande rievocazione storica goriziana
Oltre 140 figuranti alla grande rievocazione storica goriziana (amok@photo)

GORIZIA - E' stato presentato martedì 17 aprile in municipio l'evento 'Al cospetto dei Conti di Gorizia - Tornei e battaglie nella Gorizia del 1300', promosso dal Comune e realizzato da una serie di realtà che fanno capo all'associazione culturale Musei Formentini della Vita rurale. Si inizierà già da mercoledì 18 aprile con l’arrivo della guarnigione comitale ai piedi del maniero per allestire il proprio campo militare. Gli eventi clou avranno luogo nel fine settimana quando il medioevo prenderà vita con oltre 140 rievocatori. Battaglie, tornei di cavalieri e fanti, buffoni e giocolieri trasformeranno l'atmosfera del castello e trasporteranno il pubblico in un mondo lontano. Durante l’evento sarà aperto anche il Teatro Tenda dove saranno proposti cibi e vini del territorio con una rivisitazione di alcuni piatti in chiave medievale. Per l’occasione, sempre in tema di cibo, alcuni ristoranti della città proporranno degli sfiziosi menù a tema differenziato, per la gioia dei buongustai... e non solo. Sarà attivato il percorso Bus Navetta gratuito con questo tragitto: Castello - via Roma - via Oberdan - corso Verdi (vicino ai Giardini Pubblici) - via Crispi – Castello.

PROGRAMMA Mercoledì 18 aprile alle 15 la guarnigione comitale giunge ai piedi del maniero per allestire il proprio campo militare. Durante la giornata la Compagnia d'Arme Principesca Contea di Gorizia sarà presente negli attendamenti, svolgendo le quotidiane attività civili e militari in previsione dei giochi d'arme.
Sarà possibile interagire con i soldati e fotografare liberamente. Alle 22 ultima ronda e chiusura prima giornata.
Giovedì 19 aprile durante la giornata la Compagnia d'Arme Principesca Contea di Gorizia sarà presente negli attendamenti, svolgendo le quotidiane attività civili e militari in previsione dei giochi d'arme. Sarà possibile interagire con i soldati e fotografare liberamente. Alle 22 ultima ronda e chiusura seconda giornata.
Venerdì 20 aprile alle 17 benvenuto alle compagnie e dei capitani presso gli accampamenti sotto i bastioni, Porta Leopoldina, Piazzale Lanterna d'Oro, Piazzale Seghizzi. Alle 20 combattimento e giullarate presso Musei e Taverna del Castello, ronda di guardia, accensione dei braceri negli accampamenti, attività storica nei campi. Alle 22 ultima ronda e chiusura terza giornata. 
Sabato 21 aprile alle 10 insediamento della Corte Comitale, ronda di guardia sugli spalti del Castello partendo dagli accampamenti militari. Saluto del Conte di Gorizia alla popolazione. Apertura campi storici ed inizio attività rievocativa. Alle 10.30 visita guidata al Castello di Gorizia e alla sua corte. Alle 12 spettacolo di giullarate medioevali e giocolerie con Milfo lo Giullaro e Zirabalines. Inizio musica medioevale con zampogne e ghironda. Nella sala del Conte, all'interno del Castello spettacolo di danza rinascimentale e lettura di editto da parte del Conte di Gorizia. Processo feudale nel cortile interno del Castello: il condannato sarà portato al cospetto delle autorità e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna. Alle 13 trasferimento della corte Comitale agli accampamenti militari. Alle 15 passo d'Arme Trecentesco nel cortile dei Lanzi. I cavalieri si sfideranno a tenzone nel cortile interno del Castello al cospetto della corte Comitale. Apre la disfida uno spettacolo di danze trecentesche. Alle 17 visita guidata al Castello di Gorizia e alla sua corte. A seguire processo feudale nel cortile interno del Castello: il condannato sarà portato al cospetto delle autorità e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna. Disturba Milfo lo Giullaro. Alle 18 battaglia. Negli spazi antistanti le mura del Castello, un gruppo di ribelli guidati da nobili insoddisfatti tenterà di soverchiare la guarnigione comitale. Alle 19 visita guidata al Castello di Gorizia e alla sua corte. Alle 19.45 segue spettacolo di giullarate medioevali con sputafuoco e giocolerie a cura di Tornello da Rabatta, Milfo e Zirabalines presso Musei e Taverna al suono dei Tamburini di Gorizia. Fino alle 23 la vita dentro e fuori il maniero prosegue e sarà possibile osservare mestieri ed arti, e visitare gli accampamenti militari ascoltare i musici e ridere con i giullari, poi ultima ronda e chiusura quarta giornata.
Domenica 22 aprile alle 10 apertura campi ed inizio attività. Inizio dei giochi di fanteria nel cortile interno del Castello al cospetto della corte Comitale. Boni Homini locali e foresti si sfideranno per il sollazzo del signore di Gorizia. Aprono i Tamburi di Gorizia. Alle 12 spettacolo di giullarate con giocolerie con Milfo lo giullaro e Zirabalines. Musica medioevale con zampogne e ghironda nel cortile interno del Castello. Arresto del ladro ed omicida. Alle 13 trasferimento della corte Comitale agli accampamenti militari. Alle 14 processo feudale nel cortile interno del castello, il condannato, tratto dalle prigioni del Castello sarà portato al cospetto dell'Uditor del Malefizio e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna alla decapitazione che sarà subito eseguita dal boia. Disturba Milfo lo Giullaro. Alle 15 investitura nella sala del Conte all'interno del Castello di un aspirante cavaliere da parte dei Conti di Gorizia e consegna della spada e della patente di nobiltà.
Visita della Corte comitale all'interno e all'esterno del Castello. Alle 16 battaglia trecentesca negli spazi antistanti le mura del Castello i ribelli, conquistata la piazzaforte inferiore, tenteranno di travolgere le porte con un ariete e penetrare nella fortezza. Segue in Castello spettacolo di giullarate medioevali con giocolerie a cura di Milfo lo Giullaro e Zirabalines. Alle 17 tornello da Rabatta si esibirà in giocolerie e sputafuoco davanti al portone del Castello di Gorizia. Alle 19 saluto della Corte e chiusura delle attività. Le prove d’arme, le danze e le visite ai campi saranno allietate dalla musica delle zampogne e dei tamburi ed interrotte dai lazzi dei buffoni e dalle smargiassate dei soldati.

GASTRONOMIA - Ecco le proposte dei ristoratori goriziani: Al ponte del calvario (aperto il 20, 21 e 22) propone la zuppa d’Orzo nel pane; Hendrick's (aperto il 20, 21 e 22) propone: Frittelle di ceci e latte cagliato, Frittata verde con erbe di campo e borragine, Brodo di ciceri rosci companatico, Cretonnée di piselli e fegatini, Il maialino da latte in porchetta con il rafano, Lo stinco di porco con la birra e la polenta, Il pan di ramerino; Alla luna (aperto il 20, 21 e 22) propone fasoi in pignatta con salzicchie di carne di porco e agresto novo; 101 (aperto il 20 e 21) propone: Zuppa di Fave con crostoni di mensa e Orata in Potacchio con lenticchie e fagioli dell’occhio;Rosenbar (aperto il 20, 21 e 22) propone la polenta, il pesce e le verdure; Turri (aperto il 20 e 21) propone lo spiedone con carne e bietola; You Sushi (aperto il 20, 21 e 22) propone: Purè di Edamame, patata dolce bruciata e gocce di latte fermentato, Stracotto di grano saraceno, uovo di quaglia e brodo di miso
Coscia di pollo affumicato, fieno di asparagi e cipollotti bruciati; Moscardino Bistrot (aperto il 20, 21 e 22) propone Crema di sclopit, patè di trota leggermente affumicata e cialda di pane; Primozic (aperto il 20 e 22) propone la lepre con i fagioli in tegame; L'oca golosa (aperto il 20, 21 e 22) propone la torta di ceci e frutta secca.