24 settembre 2018
Aggiornato 05:30

Aperte anche nelle festivitÓ le mostre a Palazzo Coronini di Gorizia

"L'ereditÓ russa dei conti Coronini": 133 i pezzi in mostra, tra gioielli, arredi, icone e documenti, molti dei quali mai esposti prima. "Palazzo incantato": visita museale al teatro, in quello che Ŕ un percorso originale, creativo e interattivo per bimbi e famiglie
Aperte anche nelle festivitÓ le mostre a Palazzo Coronini di Gorizia
Aperte anche nelle festivitÓ le mostre a Palazzo Coronini di Gorizia (Palazzo Coronini Gorizia)

GORIZIA - Anche domani, martedì primo maggio, Palazzo Coronini sarà aperto. Sarà quindi visitabile la mostra 'L’eredità russa dei conti Coronini. Opere d’arte e oggetti preziosi dall’impero degli zar', promossa dalla Fondazione Coronini Cronberg di Gorizia. Alle 17.30 è prevista una visita guidata gratuita inclusa nel prezzo del biglietto d'ingresso. 133 i pezzi in mostra, tra gioielli, arredi, icone e documenti, molti dei quali mai esposti prima. La mostra è visitabile da mercoledì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, domenica e i festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Nel fine settimana due sono le visite guidate previste: ogni sabato alle 16.30 e ogni domenica alle 17.30.

LA VISITA - Con un percorso che, partendo dalle Scuderie, si dipana in tutto il Palazzo Coronini, con due nuovi ambienti espositivi creati appositamente per l’occasione, la rassegna intende svelare lo stretto legame tra la famiglia Coronini e il mondo e la cultura russi. Tutto si deve alla straordinaria consistenza dell’eredità del conte Eduard Cassini, dalla quale provengono molti arredi e opere d’arte che sono oggi conservati nel Palazzo e di cui viene finalmente svelata l’origine russa. Gentiluomo di camera e capo della cancelleria delle cerimonie di corte degli zar Alessandro III e Nicola II, Eduard Cassini morì il 15 aprile 1913 a San Pietroburgo lasciando un ingente patrimonio, già appartenuto alla defunta moglie Zoé Bibikova (1840-1906), discendente da una stirpe legata all’alta nobiltà russa. Metà dei suoi beni furono ereditati da Olga Westphalen Fürstenberg (1871-1950), madre del conte Guglielmo Coronini Kronberg.

PALAZZO INCANTATO - Inoltre sono aperte le iscrizioni al Palazzo incantato, che sarà proposto sabato 5 e domenica 6 maggio, con doppia replica alle 17 e alle 18.15. Il progetto rivolto ai bimbi e alle famiglie che coniuga la visita museale al teatro, in quello che è un percorso originale, creativo e interattivo, è una produzione a.ArtistiAssociati in collaborazione con la Fondazione Coronini Cronberg Onlus. Attraverso le meravigliose stanze della storica dimora di viale XX Settembre i partecipanti, non più di venti per gruppo, saranno accompagnati da due pittoreschi personaggi, il maggiordomo e la governante. I bimbi dovranno scoprire cosa si cela dietro la scomparsa misteriosa di un orologio magico, capace di proiettarli in cinque diversi secoli di storia. Il risultato? Il gioco teatrale racconterà la storia di un monumento magnifico lasciando ai piccoli spettatori la gioia della partecipazione ludica e la scoperta della storia passata. L’età consigliata per i piccoli visitatori va dai 6 ai 10 anni (da soli o anche accompagnati). Per le prenotazioni rivolgersi alla Fondazione Palazzo Coronini Cronberg (telefono 0481-533485, mail info@coronini.it).

Aperte anche nelle festivitÓ le mostre a Palazzo Coronini di Gorizia

Aperte anche nelle festivitÓ le mostre a Palazzo Coronini di Gorizia (ę Palazzo Coronini Gorizia)