24 settembre 2018
Aggiornato 02:00

Tutore per minori stranieri non accompagnati: cosa sapere e come diventarlo!

Il corso formativo è iniziato e si tiene nella sede della Regione. Sono 29 i candidati per questa seconda tornata formativa organizzata dal Garante regionale dei diritti della persona. Le iscrizioni per le selezioni dei tutori volontari sono ancora aperte
Sede della Regione
Sede della Regione (Regione Friuli-Venezia Giulia)

TRIESTE - E' iniziato a Gorizia il secondo corso formativo per tutori volontari di MSNA (minori stranieri non accompagnati), organizzato dal Garante regionale dei diritti della persona. Il corso, con orario 9.30-12.30 e 13.30-16.30, si tiene nella sala riunioni al primo piano della sede della Regione, in via Roma 9.

PRIMA LEZIONE - La prima lezione, denominata "modulo giuridico", incentrata sulla tutela legale del minore e sul quadro normativo di riferimento, è stata tenuta da Fabia Mellina Bares, presidente del Collegio dei garanti che si occupa dei diritti di bambini e adolescenti, che ha analizzato la Convenzione internazionale dei diritti del fanciullo sotto gli aspetti degli interessi dei minori, del diritto a essere tutelati e protetti, del diritto alla partecipazione, nonché la disciplina della tutela e la figura del tutore legale, oltre al ruolo del Garante regionale.

E POI - Walter Citti, Garante regionale per le persone a rischio discriminazione, ha quindi trattato il tema dell'inserimento socio lavorativo del minore straniero non accompagnato soffermandosi sugli aspetti relativi all'accesso al lavoro e alle attività formative, al lavoro dei minori (limiti, condizioni, contratti), ai progetti e ai programmi nazionali a favore dell'inserimento lavorativo, all'assistenza sanitaria, al ruolo del tutore nella presa incarico del minore.

LA FIGURA DEL TUTORE - L'avvocato Tamara Amadio ha successivamente illustrato il ruolo del tutore nella presa in carico del minore straniero non accompagnato, trattando in modo particolare i temi dell'apertura della tutela, i contatti con le strutture di accoglienza, il colloquio di approfondimento per l'accertamento dell'età, il permesso di soggiorno, la richiesta della protezione.

PER DIVENTARE TUTORI - Sono 29 i candidati che sono stati selezionati e ammessi a questa tornata, che provengono prevalentemente dal territorio giuliano. I futuri moduli formativi saranno dedicati alle esperienze territoriali e alla conoscenza della rete dei servizi territoriali. Rimangono aperte le iscrizioni per le selezioni dei Tutori volontari di minori stranieri non accompagnati, che possono essere inoltrate in via telematica, tramite PEC intestata al candidato, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: garantefvg@certregione.fvg.it