Economia | Turismo

Fedriga, Grado fonte di economia per tutta la regione

Il governatore ha rimarcato l'opportunità di considerare l'offerta balneare del FVG, quindi Grado e Lignano, come un'alleanza siglata tra due piattaforme turistiche diverse e proprio per questo integrate l'una all'altra

L’intervento del governatore del Fvg Massimiliano Fedriga alla cerimonia di apertura della stagione balneare di Grado
L’intervento del governatore del Fvg Massimiliano Fedriga alla cerimonia di apertura della stagione balneare di Grado (Regione Friuli Venezia Giulia)

GRADO - «Quella di Grado è un'offerta turistica che rappresenta un'importante fonte di economia per tutto il Friuli Venezia Giulia: cultura, enogastronomia, paesaggio e, in prospettiva con le nuove terme, anche salute e benessere, costituiscono un unicum in grado di intercettare sempre più quel turismo di qualità che è volano di sviluppo e di posti di lavoro». Così il governatore della Regione, Massimiliano Fedriga, è intervenuto a Grado, nel corso della cerimonia dell'apertura della stagione balneare 2018.

Sottolineando la volontà della Regione di programmare una visione futura nel campo delle infrastrutture che guardi oltre alla scadenza della legislatura, Fedriga ha spiegato come il polo intermodale di Ronchi dei Legionari dovrà diventare in funzione strategica un catalizzatore per il turismo di Grado e dell'intera regione. 
Il governatore ha poi rimarcato l'opportunità di considerare l'offerta balneare del Friuli Venezia Giulia, quindi Grado e Lignano, come un'alleanza siglata tra due piattaforme turistiche diverse e proprio per questo integrate l'una all'altra.

Per quel che riguarda il progetto delle nuove terme, Fedriga, auspicando il rispetto dei tempi di realizzazione, ha evidenziato come questa struttura consenta di puntare ad un allargamento della stagione turistica a beneficio delle ricadute, soprattutto in termini occupazionali, per il territorio. Il governatore ha anche fatto un riferimento alla possibilità di convenzionare le terme al sistema sanitario regionale, ribadendo il concetto che «la spesa sanitaria non può essere considerata un costo ma un investimento, perché è finalizzata alla salute dei cittadini».

Guardando al futuro in chiave strategica, il governatore ha anticipato che uno degli obiettivi sarà quello di calibrare la promozione a quei mercati che possono generare ricchezza a favore dei comparti produttivi locali. In quest'ottica «bisogna rafforzare l'offerta al fine di incentivare i turisti a lasciare risorse al tessuto economico locale», ha detto Fedriga.

Il governatore ha infine concluso assicurando la collaborazione istituzionale della Regione per il superamento di quei problemi «che vengono dal passato» legati in primo luogo all'ambiente, come quello relativo allo spostamento del banco sabbioso della cosiddetta 'Mula di Muggia', che dall'area originale si sta muovendo in direzione della spiaggia principale.
Oltre al governatore Fedriga, hanno partecipato alla cerimonia anche il sindaco di Grado, Dario Raugna e l'amministratore unico della Grado impianti turistici (Git), Alessando Lovato. Subito dopo la cerimonia ha avuto luogo l'esibizione della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori.