25 giugno 2018
Aggiornato 10:00
Cronaca | La novitŕ

Lagardčre e Trieste Airport inaugurano il nuovo duty free

Un’area di 300 metri quadri dedicata a duty free e travel essential completa l’offerta ai passeggeri nell’area partenze del terminal

RONCHI DEI LEGIONARI - Un’area di 300 metri quadri dedicata a duty free e travel essential completa l’offerta ai passeggeri nell’area partenze del terminal. Con l’inaugurazione di lunedì 28 maggio si completa un altro tassello del polo intermodale di Trieste Airport. Anche questa volta all’insegna dell’eccellenza, grazie alla partnership con Lagardère, top player mondiale dei duty free. Il taglio del nastro, alla presenza dell’Assessore a Finanze e Patrimonio, Barbara Zilli e dell’Assessore alle Infrastrutture e al Territorio, Graziano Pizzimenti, ha visto il Presidente di Trieste Airport Antonio Marano a fianco di Lucio Rossetto, amministratore delegato di Lagardère Travel Retail Italy, il branch del gruppo Lagardère che ha seguito l’operazione.

SORGE NELL'AREA PARTENZE - Collocato nell’area partenze, subito dopo i controlli di sicurezza, il nuovo duty free valorizzerà ulteriormente gli standard di immagine e accoglienza ai passeggeri di un aeroporto che in questi due anni ha cambiato totalmente aspetto. Il gruppo francese, con il suo know how aziendale combinato ad un’analisi sul territorio, ha sviluppato una proposta integrata di due marchi di forza internazionale nel contesto del duty free e del travel essential: Aelia Duty Free e Relay. I format sono stati sviluppati nell’ottica di soddisfare un viaggiatore internazionale, interessato a conoscere meglio il territorio, includendo, dunque, prodotti d’eccellenza della regione Friuli Venezia Giulia. Per l’assessore a Finanze e Patrimonio Barbara Zilli, «Trieste Airport e le sue potenzialità rappresentano una perla incastonata nel nostro territorio. Un acceleratore del potenziale economico in chiave di collegamenti con l'Europa e di sviluppo turistico su cui la nostra amministrazione intende puntare». Gaetano Pizzimenti, assessore alle Infrastrutture e al Territorio, ha dichiarato che: «C’è una grande attenzione della Regione alle infrastrutture del trasporto. In particolare a porto e aeroporto, e a favorire la connessione e le sinergie tra esse».

I COMMENTI - «Ritengo significativo il fatto che il nostro scalo possa ospitare un brand del valore di Lagardère, un gruppo leader che ha scelto di puntare sul nostro progetto di sviluppo», è stato il commento del presidente di Aeroporto del Friuli Venezia Giulia Antonio Marano. «Se il polo intermodale sta cambiando il paesaggio del trasporto regionale, al suo interno, il terminal aeroportuale vuole continuare a estendere la sua importanza per l’area, sotto ogni punto di vista». L’amministratore delegato di Lagardère Travel Retail Italy, Lucio Rossetto, si è dichiarato soddisfatto e felice della nuova collaborazione avviata con Trieste Airport: «I benefici di questa nuova apertura si rilevano per entrambi i partner: la creazione di nuovi posti di lavoro, una presenza rinnovata ed arricchita e la crescita di fatturato sull’attuale performance regionale. Infine, i passeggeri saranno i beneficiari maggiori di questa prestigiosa partnership, grazie ad un’offerta integrata di prodotti selezionati in un’area di oltre 300 metri quadri»