25 giugno 2018
Aggiornato 10:00
Eventi & Cultura | a Gorizia

Prorogata la mostra di Raoul Cenisi alla Leg Antiqua

La mostra 'Il futurista con uno sguardo all'espressionismo e la Dalmazia nel cuore' sarà visitabile fino a fine giugno

Prorogata la mostra di Raoul Cenisi alla Leg Antiqua (© Biblioteca Statale Isontina)

GORIZIA – Dato il grande interesse suscitato, è stata prorogata l'apertura della la mostra 'Raoul Cenisi, il futurista con uno sguardo all'espressionismo e la Dalmazia nel cuore'. L'esposizione sarà quindi visitabile, negli spazi della Leg Antiqua, fino a fine giugno. «La mostra - spiega Federico Ossola - sta riscuotendo un notevole interesse rivolto alla persona Raoul Cenisi e alle sue opere, soprattutto quelle che ripercorrono la Dalmazia. Sia per i colori luminosi che per gli argomenti trattati, vengono acquisite da collezionisti e persone cui piace la sua pittura semplice e moderna». Va segnalato che anche la Biblioteca statale Isontina di Gorizia è lieta di collaborare a questa nuova esposizione, dopo la mostra che fu ospitata, sempre a Gorizia, negli spazi espositivi della Bsi, nel 2003. L'esposizione 'Raoul Cenisi, il futurista con uno sguardo all'espressionismo e la Dalmazia nel cuore' sarà visitabile fino fine giugno, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30.

LA MOSTRA - La mostra in corso a Gorizia, lo ricordiamo, ripercorre l'intera produzione del poliedrico artista attraverso l'esposizione di una settantina tra le più significative opere di Cenisi, a tecnica mista, alcune delle quale mai presentate al pubblico. Partendo dai primissimi passi, che Cenisi mosse nell'ambito del futurismo, si passa dalle opere più direttamente ispirate agli orrori e alle sofferenze del periodo bellico, a quelle più serene, ambientate sul litorale della Dalmazia. Tra i quadri in esposizione alla Leg Antiqua si può ammirare anche una veduta della Fiera di Sant'Andrea, una piccola, preziosa rarità, se si pensa che è tra le poche composizioni artistiche che l'autore scelse di ambientare a Gorizia. Un'altra curiosità, all'interno della mostra, è sicuramente rappresentata da una caricatura avente per soggetto Raoul Cenisi, che fu creata dalla geniale mano di Tullio Crali.