20 agosto 2018
Aggiornato 20:30

Anche quest’ anno torna la "Festa della Musica" a Ronchi dei Legionari

Aprirà all’alba di giovedi 21 giugno alle 4con un concerto per salutare il nuovo sole nascente nel giorno del Solstizio, nella deliziosa cornice degli scavi archeologici di Villa Romana
Anche quest’ anno torna la "Festa della Musica" a Ronchi dei Legionari
Anche quest’ anno torna la "Festa della Musica" a Ronchi dei Legionari (Festa della Musica)

RONCHI DEI LEGIONARI - Anche quest’ anno torna a Ronchi dei Legionari l’evento 'Festa Della Musica' promosso dal ministero dei beni e attività culturali. Nata in Francia nel 1982 la festa della musica ha carattere internazionale e mira a celebrare la musica in tutti i suoi generi. Un momento di aggregazione sociale per celebrare i valori della cittadinanza e della partecipazione, che aprirà all’alba di giovedi 21 giugno alle 4 con un concerto per salutare il nuovo sole nascente nel giorno del Solstizio, nella deliziosa cornice degli scavi archeologici di Villa Romana a Ronchi dei Legionari. Giuseppe Minin alla tromba, Giulio Scaramella al pianoforte e Marilisa Trevisan voce recitante i protagonisti di questo indimenticabile appuntamento. Molto soddisfatto per le tre giornate sicuramente l’evento in villa romana rappresenta un particolare e suggestivo concerto in connubio con la valorizzazione del nostro patrimonio storico e culturale.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI MUSICALI - La sera dopo, nella splendida piazzetta Francesco Giuseppe, la società Filarmonica G. Verdi ad un anno dal 150 anniversario della fondazione, offrirà alla cittadinanza l’esibizione di entrambe le sezioni dell’associazione. Il coro misto diretto dalla maestra Francesca Moretti e la Banda diretta dalla maestra Fulvia Antoniali proporranno un repertorio che alternerà grandi classici della musica leggera italiana ed estera a brani appartenenti alla tradizione popolare locale. Infine nella serata di sabato 23 giugno, sempre in piazzetta, un concerto intitolato 'Note dal mondo' presenterà un excursus musicale dall’Europa all’America. Protagonista la corale Primo vere dell’associazione culturale gabriele d’annunzio, con direttore e soprano Diana Mian e il pianista Stefano Cascioli. Un occasione per consentire a tutti i musicisti, sia amatori che professionisti, di esibirsi nei luoghi e negli spazi che le amministrazioni mettono a disposizione. Molti concerti di musica dal vivo si svolgono in tantissime città principalmente all’aria aperta con valore del gesto musicale, una festa della musica che appartiene prima di tutto a coloro che la fanno.