26 settembre 2018
Aggiornato 03:00

Scoperta l'ennesima discarica abusiva: a Grado Pineta rifiuti a pochi metri dal mare

Grazie alla collaborazione attiva con i cittadini che si rivolgono all'ecosportello dell'associazione, il Gruppo Fare Verde di Monfalcone ha individuato l'ennesimo cumulo di rifiuti abbandonati in Via dell'Orione, a pochi metri dalle spiagge di Grado
Scoperta l'ennesima discarica abusiva: a Grado Pineta rifiuti a pochi metri dal mare
Scoperta l'ennesima discarica abusiva: a Grado Pineta rifiuti a pochi metri dal mare (Diario di Gorizia)

GRADONuova discarica abusiva scoperta dai volontari di Fare Verde, l'associazione ambientalista che, da oltre un anno e mezzo, è attiva nella provincia di Gorizia operando un costante monitoraggio del territorio per tutelarlo dagli abbandoni illegali di rifiuti. Grazie alla collaborazione attiva con i cittadini che, stanchi di vedere le proprie città prese d'assalto dagli incivili che abbandonano ovunque i loro rifiuti, si rivolgono all'ecosportello dell'associazione, il Gruppo Fare Verde di Monfalcone ha individuato l'ennesimo cumulo di rifiuti abbandonati in Via dell'Orione, a pochi metri dalle spiagge di Grado.

PRESENTATO UN ESPOSTO PER I RIFIUTI TROVATI - Nel sito sono state rinvenute barche, roulotte dismesse, elettrodomestici, motori per auto, pneumatici, biciclette, barattoli di vernice e una batteria di un natante: materiale ingombrante e altamente tossico-nocivo ed inquinante per l'ambiente. Daniele Calderone, presidente del Gruppo monfalconese di Fare Verde si è attivato presentando un esposto, indirizzato al Sindaco di Grado, al Comando della Polizia Locale, ai Carabinieri, al Corpo Forestale di Monfalcone, alla Procura della Repubblica e al Prefetto di Gorizia, per richiedere un intervento di bonifica del sito interessato dalla discarica abusiva, un controllo più assiduo sul territorio comunale e l'avvio delle indagini per individuare i responsabili dell'abbandono dei rifiuti.

OLTRE A GRADO ALTRI COMUNI - Ma Grado non è l'unico Comune in cui i volontari di Fare Verde hanno riscontrato comportamenti pericolosi per l'ambiente e per la salute di piante, animali e persone. Sono stati infatti scoperti e segnalati, nel recente passato, cumuli di rifiuti nei Comuni di Gradisca d'Isonzo, Sagrado, Turriaco, San Canzian d'Isonzo, Staranzano e Monfalcone, a testimonianza del fatto che, purtroppo, nonostante le Amministrazioni Comunali mettano a disposizione dei cittadini degli efficienti sistemi di raccolta dei rifiuti, anche ingombranti e pericolosi, l'inciviltà e il non rispetto della natura sono ancora ben radicati sui nostri territori. Grazie alla collaborazione di Fare Verde con le autorità competenti, è stato possibile procedere alla bonifica di diverse aree inquinate dai rifiuti abbandonati e ad individuare alcuni dei responsabili degli abbandoni.

ATTENZIONE ALLA PREVENZIONE - Ma Fare Verde non si occupa soltanto di segnalare le discariche abusive. Grande attenzione è infatti data alla prevenzione di questi comportamenti illeciti ed irrispettosi dell'ambiente attraverso un'intensa attività di informazione sullo smaltimento dei rifiuti, la raccolta differenziata, le energie rinnovabili e il risparmio energetico. Per informazioni e segnalazioni è possibile contattare Fare Verde all'indirizzo mail ecosportellofareverde@gmail.com oppure al numero 347.1231985.