22 ottobre 2018
Aggiornato 00:30

Un'azienda di Romans d'Isonzo aumenta la competitività nel settore aerospace

Si chiama Micra ed è un'azienda specializzata nella produzione e lavorazione di particolari meccanici ad alta precisione; la novità riguarda l'innovazione dei processi e le tecnologie avanzate grazie alla dotazione di due nuovi macchinari a 5 assi
Un'azienda di Romans d'Isonzo aumenta la competitività nel settore aerospace
Un'azienda di Romans d'Isonzo aumenta la competitività nel settore aerospace (Micra)

ROMANS D'ISONZO - Micra azienda specializzata nella produzione e lavorazione di particolari meccanici ad alta precisione, è attiva sin dal 1991 a Romans D’Isonzo. Negli anni l’azienda ha sempre puntato sull’innovazione dei processi e sulle tecnologie avanzate, per continuare a offrire la massima qualità ai propri clienti e rimanere competitivi in uno scenario sempre più globale.

IL SETTORE AEROSPAZIALE - In particolar modo, a seguito di un’attività di internazionalizzazione, dopo una lunga esperienza nel settore energetico, in cui ha ottenuto commesse nel campo idroelettrico, dell'oil&gas e del nucleare, Micra ha individuato nel settore aerospaziale la svolta strategica per un nuovo posizionamento competitivo. Si tratta di un ambito particolarmente competitivo, che richiede di saper lavorare materiali sempre più complessi come il titanio e di poter offrire ogni tipo di trattamento termico e superficiale. La capacità costante di innovarsi unita alle competenze tecniche specifiche delle risorse umane, su cui Micra ha deciso di puntare con corsi di specializzazione e seminari dedicati ad argomenti altamente specifici, ha permesso all’azienda di entrare con successo nella supply chain aerospaziale, ottenendo da subito contratti di fornitura pluriennale.

FATTURATO E INVESTIMENTI SIGNIFICATIVI - Grazie a questo approccio, il fatturato di Micra nell’ultimo triennio è aumentato da 3,8 milioni dell’esercizio 2015 ai 5 milioni previsti per fine 2018, così come è cresciuta notevolmente l’occupazione delle risorse umane impiegate, passate da 33 unità del 2016 alle 42 unità attuali. In quest’ottica, anche nell’ultimo periodo, Micra ha effettuato ulteriori investimenti significativi per l’implementazione delle proprie apparecchiature e si è dotata di due nuovi macchinari di ultima generazione, entrambi a cinque assi, dedicati principalmente alla lavorazione dell’alluminio. Il primo macchinario è un a500z prodotto dalla Makino, il secondo una Grob G550. Entrambi permetteranno a Micra di offrire nuovi servizi e una maggiore capacità produttiva – pari a ulteriori 7.000 ore -, che verrà destinata principalmente alla soddisfazione della domanda aerospaziale.

VERSO NUOVI OBIETTIVI - I recenti interventi di Micra, possibili anche al contributo in conto capitale unito ad un finanziamento della CCIAA Venezia Giulia (specifico per l’acquisto della Grob G550), consentiranno all’azienda di raggiungere i nuovi importanti obiettivi per quanto riguarda la produttività e fatturato, e di dare seguito, nel corso dell’anno, a un nuovo contratto triennale nel settore aerospace del valore complessivo di circa 3,5 milioni di euro che avrà il via a partire dal 2019 ed è siglato per la fornitura del Fail Safe Fairing Assy per 198 aeromobili.
Gli investimenti effettuati, i miglioramenti che hanno già consentito e i programmi per il futuro sono stati al centro della visita alla Micra del Vice Presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia, Gianluca Madriz, del Direttore della Cassa Rurale del FVG, Adirano Maniassi, e del Codirettore Loris Bernardis, che si è svolta venerdì 20 luglio nella sede aziendale via Armentaressa 16 a Romans D’Isonzo.