21 ottobre 2018
Aggiornato 12:30

Grado, “Mar e Tiaris” promuove 4 bandi per 750 mila euro

Una strategia di cooperazione per lo sviluppo territoriale proposta alla Regione Autonoma FVG in merito alla Misura 16.7.1 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020
Grado, “Mar e Tiaris” promuove 4 bandi per 750 mila euro
Grado, “Mar e Tiaris” promuove 4 bandi per 750 mila euro (Diario di Gorizia)

GRADO - Il Comune di Grado, in qualità di capofila assieme ai comuni di Aquileia, Cervignano del Friuli, Fiumicello-Villa Vicentina, Ruda, San Canzian d’Isonzo, Staranzano, Terzo di Aquileia e Turriaco e altri 33 partner, ha proposto la strategia di cooperazione per lo sviluppo territoriale denominata 'Mar e Tiaris' alla Regione Autonoma FVG in merito alla Misura 16.7.1 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

4 BANDI DI FINANZIAMENTO - La strategia 'Mar e Tiaris', che si pone tra gli obiettivi la promozione del turismo rurale slow, ha superato egregiamente la prima fase, classificandosi seconda tra i 6 gruppi che sono stati selezionati. La seconda fase prevede il coinvolgimento dei partner privati a cui sono dedicati 4 distinti bandi di finanziamento per complessivi  750 mila euro così suddivisi: 250 mila finalizzati al miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità delle imprese agricole; 100 mila per investimenti nelle energie rinnovabili; 300 mila per la diversificazione in attività agrituristiche, didattiche e sociali; 100 mila per lo sviluppo di nuovi prodotti.
I soggetti privati che aderiranno ai bandi saranno selezionati dal Comune Capofila, attraverso una commissione tecnica appositamente nominata, secondo criteri di trasparenza e imparzialità rispetto alla coerenza con gli obiettivi della strategia. Le aliquote di sostegno variano in base alle tipologie di investimento e si aggirano da un massimo del 80% ad un minimo del 40%. I bandi sono pubblicati sul sito del Comune di Grado (www.comunegrado.it) e degli altri Comuni facenti parte della strategia e scadranno il 10 settembre. Seguiranno ulteriori avvisi per l’adesione da parte del mondo ricettivo (ristorazione, hotel, alberghi, b&B) e gli altri soggetti privati necessari al completamento del partenariato.