25 settembre 2018
Aggiornato 04:30

Torna in terra isontina “Cortese Festival Internazionale di Musica Antica nei centri storici del FVG e della Gori¨ka”

Giovedì 13 settembre alle 21 a Palazzo Torriani di Gradisca d’Isonzo. L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili
i Gradisca 'Aquel trovar'
i Gradisca 'Aquel trovar' (Musica Cortese)

GRADISCA D'ISONZO - Torna in terra isontina giovedì 13 settembre alle 21 a Palazzo Torriani di Gradisca d’Isonzo il viaggio proposto da Musica «Cortese Festival Internazionale di Musica Antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia e della Goriška». Nella corte dello storico edificio saranno protagonisti i musicisti spagnoli dell’ensemble 'Aquel trovar' con un repertorio dal titolo 'Ave Maria'. L’appuntamento, realizzato con il sostegno della Regione e della Fondazione Carigo, è stato reso possibile dalla collaborazione del Comune di Gradisca, dei Festival 'Medioevo e oltre' di Lesignano Bagni e 'I luoghi dello spirito e del tempo' di Ravenna. L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili.

SERATA DEDICATA ALLA DEVOZIONE MARIANA - Saranno eseguiti brani dedicati alla devozione mariana che spaziano dalla metà del secolo XIII fino agli inizi del XV. Fra questi i testi contenuti nel Manoscritto conservato nella Biblioteca Nazionale e conosciuto con il nome di 'Codice di Madrid'. In programma anche alcuni brani dalle 'Cantigas de Santa Maria' di Alfonso X il saggio e alcune danze da 'El Llibre Vermell' de Monserrat, trascritto attorno al 1380. Per concludere, due brani collocati all’inizio del Rinascimento. 'Aquel trovar' è un nuovo progetto musicale, composto da quattro esperti musicisti, dal lungo percorso professionale e dall’ampia esperienza condivisa, con numerosi concerti e incisioni. La voce, Delia Agundez, è un’interprete di grande esperienza, dalla formazione rigorosa, un soprano brillante, che si è guadagnata ampia fama nel campo della musica antica.