21 ottobre 2018
Aggiornato 04:30

Gusti di Frontiera, vasta offerta culturale e turistica: visite guidate, concerti, degustazioni e presentazioni

Una proposta ricca e variegata da giovedì 27 a domenica 30, tanti I sodalizi coinvolti
Gusti di Frontiera, vasta offerta culturale e turistica: visite guidate, concerti, degustazioni e presentazioni
Gusti di Frontiera, vasta offerta culturale e turistica: visite guidate, concerti, degustazioni e presentazioni (Gusti di Frontiera)

GORIZIAVisite guidate, biglietti agevolati, degustazioni, concerti e mostre: Gusti di Frontiera sarà corredato da un fitto programma di appuntamenti e iniziative che renderanno Gorizia particolarmente attrattiva dal punto di vista culturale e da quello turistico. Tanti gli enti e le associazioni che daranno il proprio contributo da giovedì 27 a domenica 30, quando il centro città ospiterà oltre 350 stand con le specialità enogastronomiche di 50 Paesi del mondo. Una proposta ricca e variegata, presentata dal sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, e dall’assessore comunale alla Cultura, Fabrizio Oreti, insieme ai rappresentanti dei tanti sodalizi coinvolti. Gusti di Frontiera è promosso dal Comune di Gorizia con il contributo della Regione, della Camera di commercio della Venezia Giulia e della Fondazione Carigo, oltre che con il sostegno della Cassa Rurale Fvg.

IL CASTELLO - Il Castello sarà uno dei fulcri dell’offerta culturale che arricchirà Gusti di Frontiera: l’ingresso nel maniero sarà gratuito per tutti da venerdì 27 a domenica 30, dalle 10 alle 19. I visitatori potranno fare inoltre un tuffo nel passato grazie all’associazione Nuovo lavoro e l’accademia Jaufré Rudel di Studi medievali di Gradisca d’Isonzo, che proporranno nell’ambito del progetto 'Gorizia - Al declinar dell'Evo Medio' l’evento 'Gusti delle antiche frontiere'. Così nella Torre dell'orologio da venerdì 28 a domenica 30, dalle 10 alle 20, potranno essere assaporate pietanze preparate secondo ricettari medievali di area italiana, francese e tedesca del XIII-XV secolo. Tra i piatti che saranno proposti figurano la torta di cipolle e zafferano, i ravioli fritti, lardo e guanciale con agliate e salsa camellina, alici con salsa verde e torta di fiori. Accompagneranno i piatti vino e birra non pastorizzata. Il Castello sarà anche la cornice di tante accattivanti foto da pubblicare sui propri profili social, grazie al photo point che sarà messo a disposizione gratuitamente da Iztok Princic.

PALAZZO DE GRAZIA - Anche Palazzo De Grazia ospiterà durante Gusti di Frontiera una serie di eventi di grande valenza culturale e turistica. Per tutta la durata della manifestazione Ersa sarà presente in via Oberdan con una ricca enoteca regionale gestita dall’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia. Venerdì 28 dalle 18 alle 19, sabato 29 dalle 15 alle 16 e domenica 30 dalle 11 alle 12 sarà proposto inoltre Il corso breve di avvicinamento al vino. Infine la Corale Città di Gradisca, il Laboratorio Corale Associazione Studio Musica di Staranzano, l’Ottetto Rupa Pec si esibiranno a Palazzo de Grazia domenica 30, dalle 12 alle 13 nel concerto Lo Scanzoniere. L'associazione Kulturhaus Goerz, nata con l’obiettivo di promuovere il plurilinguismo a Gorizia, proporrà sabato 29 due visite guidate a Palazzo De Grazia sabato 29: alle 10 in italiano e tedesco e alle 11 in italiano e sloveno. Chi visiterà lo storico edificio di via Oberdan potrà ammirare anche la mostra collettiva dei fotografi amici del Mitteldream 'Scorci nascosti di Gorizia', che raccoglie una serie di scatti di angoli poco noti ma comunque affascinanti di Gorizia.

TEATRO VERDI - Anche se la stagione artistica 2018/2019 comincerà il 3 novembre, il Teatro Verdi non poteva mancare nell’offerta culturale della città: grazie ai volontari coordinati dal Punto Giovani saranno distribuiti ai visitatori dei depliant informativi, in modo da conoscere gli spettacoli in cartellone e tutte le tappe della campagna abbonamenti. Alcuni appuntamenti culturali rientrano nel filone Off del ricchissimo Salotto del Gusto, il maxi contenitore preparato dal Consorzio Collio che ospiterà in piazza Sant’Antonio personaggi prestigiosi e iniziative volte a raccontare le espressioni culturali e agroalimentari locali. Protagonisti al mattino del Salotto del Gusto Off saranno il cibo, il vino e le altre eccellenze del territorio nelle loro diverse declinazioni: a raccontarli associazioni locali ed nti che guideranno i presenti in un percorso fatto di storia, di contaminazioni e di tipicità. Tra i protagonisti la Fondazione Coronini Cronberg e la pasticceria L’Oca golosa, sabato 29 alle 11: Cristina Bragaglia e Federico de Luca illustreranno il progetto 'Il Panettone del Conte', un panettone artigianale realizzato dalla Pasticceria L’oca Golosa con prodotti di alta qualità e provenienti dal nostro territorio (a km 0) il cui ricavato è in parte devoluto al restauro di un’opera significativa di proprietà della Fondazione Coronini. Il Panettone del Conte rappresenta anche una forma di promozione del Palazzo, dal momento che all’interno della confezione si trova un biglietto, della durata di un anno, che dà diritto all’ingresso gratuito. L’anno scorso l’iniziativa ha avuto un grande successo e ha permesso di restaurare un originalissimo mobile che è uno dei pezzi più preziosi oggi esposti alla mostra 'L’eredità russa dei conti Coronini'. A Gusti di Frontiera sarà quindi svelata ufficialmente l’opera al cui restauro saranno devoluti i fondi raccolti con la nuova edizione dell’iniziativa. Inoltre venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 Palazzo Coronini sarà accessibile con biglietto ridotto per tutti. Venerdì e sabato la storica dimora di viale XX Settembre sarà aperta dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.  Due visite guidate gratuite, incluse nel biglietto d’ingresso, saranno promosse sabato alle 17 e domenica alle 18. Sempre nell’ambito del Salotto del Gusto Off, seguirà alle 11.30 di sabato l’incontro 'Vino Kosher: modernità di un metodo antico'. Walter Filiputti dialogherà con Lorenzo Drascek dell’associazione 'Amici di Israele' e i produttori Giorgio Colutta e Massimiliano Degenhardt. Seguirà un assaggio degustazione con i vini kosher Sangiovese Bioni e Pinot Grigio Colutta.

PALAZZO ATTEMS PETZEINSTEIN - A Palazzo Attems Petzeinstein, in piazza De Amicis 2, alle 17 di mercoledì 26 sarà inaugurata la mostra di tabelle pubblicitarie italiane del periodo 1900-1950 'Sogni di latta… e di cartone', che resterà aperta poi da martedì a domenica dalle 10 alle 18, quindi sarà visitabile anche durante Gusti di Frontiera. Saranno fruibili anche le altre collezioni permanenti dell’Erpac, sia in Borgo Castello che appunto a Palazzo Attems.

MAKE HERITAGE FUN - Coincide proprio con il finale di Gusti di Frontiera, domenica 30, la terza giornata di Make Heritage Fun! la serie di quattro appuntamenti promossa dalle due associazioni giovanili goriziane Rotaract e Leo Club e dalla sezione giovani del Club per l’Unesco. L’intento è stato aderire all’iniziativa globale Make Heritage Fun!, organizzata da GoUnesco, per trasmettere l'idea che il patrimonio non appartiene a nessuno, ma è di tutti. L’invito è quindi a esplorare il patrimonio, a documentare l'esperienza e condividerla nei social con l’hashtag #makeheritagefun. Approfittando delle numerose proposte culinarie offerte dalla manifestazione, domenica 30 saranno create delle speciali mappe, distribuite nei punti strategici della città, attraverso cui sarà indicato un percorso culturale-gastronomico tra i diversi Borghi di Gusti Frontiera. I visitatori saranno così guidati in un itinerario volto a valorizzare non solo l’offerta gastronomica della manifestazione, ma anche le bellezze culturali della città. Inoltre nella mappa sarà inserito un regolamento per partecipare a un contest fotografico su Instagram con in palio diversi premi legati al nostro territorio.

E PER FINIRE - Il Camper Club Antica Contea Gorizia, da circa quindici anni presente nell’area di sosta di via Oriani, si occuperà dell’accoglienza dei camper. L’edizione 2017 di Gusti di Frontiera ne ha contati oltre duecento, per quest’anno si sono prenotati già una settantina.
Al Kulturni center Lojze Bratu¸ di viale XX Settembre 85 sarà visitabile la mostra storico - documentaria 'Racconti degli sfollati-Da Plezzo a Duino', dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 17. Attraverso immagini, oggetti, suoni e parole l’esposizione narra la storia dei profughi sloveni dal fronte dell’Isonzo durante la Grande Guerra, obbligati a lasciare le loro case in seguito alla dichiarazione dei guerra italiana all’impero Austro-Ungarico il 23 maggio 1915.
Nella Galleria d'arte 'Mario Di Iorio' della Biblioteca Statale Isontina di via Mameli 12 l'esposizione 'Cielo e Mare' di Carlo Piemonti sarà aperta fino a venerdì 28 da lunedì a venerdi dalle 10.30 alle 18.30. In mostra una ventina di opere realizzate negli ultimi due anni e finora mai esposte, il cui motivo fondante d'ispirazione è l’azzurro nelle sue possibili declinazioni. Inoltre al Circolo Tennis 'Aldo Zaccarelli' in viale XX Settembre 3 è allestita la mostra 'Oltre' dello stesso autore, che presenta opere a tema architettonico e paesaggistico. L'apertura al pubblico è dal lunedì al sabato dalle 10 alle 21 e la domenica dalle 10 alle 13.